Dom, 26 Maggio 2024
HomeSanità privataGiornata dedicata all'Alzheimer all'Oasi di Troina

Giornata dedicata all’Alzheimer all’Oasi di Troina

Giornata Alzheimer: gestione multidisciplinare, screening gratuiti e ricerca all’Irccs Oasi di Troina

La malattia di Alzheimer rappresenta una sfida significativa per la medicina e la ricerca scientifica   registrando una crescita esponenziale di casi in Italia e nel mondo. La giornata mondiale della malattia di Alzheimer che si celebra oggi, 21 settembre, per l’IRCCS Oasi di Troina è un’occasione importante non solo per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia, ma anche per focalizzare l’attenzione sulle attività svolte dall’Istituto che è impegnato quotidianamente, attraverso vari professionisti che operano a livello multidisciplinare, nelle presa in carico delle persone con malattia di Alzheimer. Il convegno di stamani ha avuto come titolo: “Malattia di Alzheimer, percorsi di cura e centralità della persona”.

Tutto ciò senza tralasciare l’attività di ricerca traslazionale ed in particolare dalla farmacologia traslazionale. La “Medicina Traslazionale” si basa infatti sulla capacità di trasferire in modo rapido nuove conoscenze dalla scienza di base a quella biomedica, in modo da generare applicazioni diagnostiche e terapeutiche avanzate, offrendo nel contempo nuovi strumenti di indagine. L’Irccs Oasi, che da sempre si occupa della problematica dell’invecchiamento cerebrale senile e della demenza, ha realizzato e continua a fare diversi studi di tipo traslazionale nell’ambito della malattia di Alzheimer. 

Ad oggi, purtroppo, l’Alzheimer  rimane una malattia neurodegenerativa cronica incurabile, caratterizzata dalla progressiva perdita della memoria, delle capacità di orientamento spazio-temporale e altri disturbi del comportamento. Per questa giornata l’IRCCS Oasi ha organizzato un convegno che ha coinvolto tutti gli operatori che afferiscono al Dipartimento per l’Involuzione cerebrale, ma anche i medici del territorio. Dal convegno è emerso la necessità di valorizzare il ruolo e l’importanza dei familiari nel percorso terapeutico-assistenziale e come la figura del medico di base sia significativa, perché da un lato fa da collegamento con la struttura specializzata e dall’altro proprio su di loro, a seguito del ricovero e la formulazione della diagnosi e dell’iter terapeutico, grava la presa in carico della persona. 

L’IRCCS Oasi di Troina inoltre, si è fatto carico di quattro giorni di screening gratuiti (18/19/20 e 22 settembre), aprendo i propri ambulatori e specialisti dell’ U.O.C. di Psicologia della Cittadella dell’Oasi,  ad un target di popolazione dai 50 e i 70 anni ai fini di una valutazione cognitiva come: disturbi della memoria, dell’attenzione, del linguaggio e dell’orientamento.

Lo screening ha avuto un positivo riscontro, con circa 50 persone sottoposte a valutazione. L’Istituto sta valutando, considerato  l’apprezzamento dell’iniziativa da parte della collettività, di replicare il prossimo anno questo tipo di attività pensando inoltre ad un allargamento della finestra temporale viste le tante richieste.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × cinque =

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere