Sab, 13 Agosto 2022
HomeSettore pubblicoSanità territoriale, a Palermo l'incontro tra i sindacati e l'Asp

Sanità territoriale, a Palermo l’incontro tra i sindacati e l’Asp

Il tavolo provinciale della salute verrà istituito entro la fine del mese di agosto anche nel capoluogo siciliano. E’ l’impegno che si è assunta la direttrice dell’Asp 6 Daniela Faraoni al termine dell’incontro con Cgil Cisl Uil, e le federazioni dei Pensionati, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilpensionati, che era stato chiesto da molto tempo e a più riprese, dalle parti sociali per discutere dei problemi della sanità territoriale e delle richieste per migliorare il servizio ai cittadini.

Fra i punti posti dalle tre confederazioni e dai Pensionati, i tempi lunghi di rilascio dell’esenzione ticket. Questi arrivano anche a 30 giorni e spesso costringono gli utenti a sostenere di tasca propria, pur essendo esenti, le spese urgenti. Poi, le lunghe liste di attesa per visite ed esami, la distribuzione dei servizi sul territorio da potenziare, ad esempio in provincia, e i ritardi nell’erogazione a invalidi e a pazienti affetti da gravi patologie croniche delle prestazioni di assistenza protesica e integrativa necessarie per alleviare i problemi quotidiani della vita dei più fragili.

“Abbiamo parlato di una serie di disfunzioni della sanità territoriale ma siamo consapevoli allo stesso del tempo del difficile lavoro e dell’impegno messo in campo dalle lavoratrici e dai lavoratori in questi mesi molto complicati”, spiegano Salvatore Ceraulo, segretario generale Spi Cgil Palermo, e Giuseppe Guarcello della Cgil Palermo, Leonardo La Piana e Rosaria Aquilone, segretari generali Cisl Palermo Trapani e Fnp Cisl Palermo Trapani, Claudio Barone, segretario generale Uilpensionati Sicilia, e Ignazio Baudo per la Uil Palermo.

“La pandemia infatti ha evidenziato e aggravato i nervi scoperti della sanità territoriale. I più fragili, gli anziani devono avere la priorità e bisogna dare risposte veloci ai cittadini. Sulle lunghe liste d’attesa per visite e interventi abbiamo sottolineato che rappresentano una delle principali criticità del sistema sanitario, che pregiudicano l’accessibilità alle prestazioni specialistiche in tempi coerenti con le esigenze cliniche e causano al tempo stesso, sovraffollamento dei pronto soccorso, obbligando spesso i cittadini a rivolgersi alla sanità privata con costi che non sono sostenibili da tutte le famiglie”.

“Abbiamo posto un primo tassello del percorso che bisogna fare per migliorare la sanità palermitana e il tavolo della salute va proprio in questa direzione – concludono Cgil Cisl Uil , Spi Fnp e Uilp -. Abbiamo ribadito anche la necessità di un potenziamento dei servizi rivolti alla dipendenza e alla salute mentale per i cittadini e le famiglie, spesso trascurati. I vertici dell’Asp hanno ascoltato le nostre segnalazioni, hanno assicurato le opportune verifiche riservandosi di fornire chiarimenti e risposte sui disservizi che causano i tanti, troppi disagi vissuti da chi ha bisogno di cure. Il diritto alla salute di tutti deve essere la priorità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere