Lun, 4 Marzo 2024
HomeSettore pubblicoVaccini anti papilloma alla Pizzigoni-Carducci

Vaccini anti papilloma alla Pizzigoni-Carducci

Rapisarda: «Non abbassiamo la guardia e vacciniamo i nostri figli contro l’HPV. Fra gli effetti della pandemia abbiamo osservato la riduzione delle coperture vaccinali soprattutto tra gli adolescenti. Il vaccino rappresenta uno strumento sicuro ed efficace».

Anche oggi giornata di vaccinazioni anti Papilloma virus (HPV) all’Istituto Comprensivo “Pizzigoni-Carducci”.

Grazie alla collaborazione fra l’UOC Sanità Pubblica, Epidemiologia e Medicina Preventiva, diretta da Mario Cuccia, e l’IC “Pizzigoni-Carducci”, guidato da Fernando Rizza, con il supporto del referente scolastico per l’educazione alla salute, Benedetto Lo Presti, è stato avviato un progetto finalizzato alla promozione del vaccino HPV agli alunni di età compresa fra 11 e 13 anni.

Le vaccinazioni sono somministrate nel pomeriggio di oggi, presso l’infermeria del Plesso scolastico di via Siena n. 5, da parte di personale dell’Unità Operativa di Epidemiologia, insieme ai medici tirocinanti della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’Università di Catania.

«Fra gli effetti più rilevanti della pandemia abbiamo osservato la riduzione delle coperture vaccinali soprattutto tra gli adolescenti – spiega il direttore sanitario dell’Asp di Catania, Antonino Rapisarda -. Il calo è particolarmente evidente per la vaccinazione contro l’HPV che è offerta sia alle ragazze che ai ragazzi. Non abbassiamo la guardia e vacciniamo i nostri figli contro l’HPV. Il vaccino rappresenta uno strumento sicuro ed efficace nella prevenzione dei tumori della cervice uterina, nonché di alcuni tumori della sfera genitale maschile e femminile e dei tumori “testa-collo”».

Il protocollo del progetto individua come obiettivo primario quello di incrementare la copertura vaccinale anti HPV nelle coorti di nascita 2009-2010-2011. 

«Voglio esprimere il compiacimento per l’iniziativa e il lavoro svolto dall’UOC di Epidemiologia – dichiara il direttore del Dipartimento di Prevenzione, Antonio Leonardi -. Tutelarsi precocemente è importante ed è molto significativo che questa attività, svolta in armonia con le indicazioni del Piano Regionale della Prevenzione 2020-25, veda la straordinaria convergenza delle famiglie e della scuola per promuovere concretamente una cultura della prevenzione».

Le esperienze nazionali ed internazionali dimostrano che la promozione della vaccinazione all’interno della scuola è la condizione migliore per garantire alte coperture.

«Grazie alla sensibilità del dirigente scolastico, prof. Rizza – afferma Cuccia – abbiamo avviato questo progetto con il quale puntiamo a promuovere la vaccinazione HPV nella pre-adolescenza. Gli studi dimostrano, infatti, che l’efficacia del vaccino è massima nella fascia d’età compresa fra 11 e 13 anni. Proprio per tale motivo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda la vaccinazione a partire dal compimento degli 11 anni di età».

Coinvolti nel progetto anche i genitori degli alunni. Per loro è stato organizzato un webinar specifico, molto partecipato. 

Il progetto sarà esteso anche ad altre Scuole secondarie di primo grado della provincia, al fine di migliorare le coperture vaccinali negli adolescenti.

I dirigenti scolastici che intendano sviluppare analoghe iniziative possono rivolgersi al seguente indirizzo mail: uoc.semp@aspct.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × quattro =

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere