Dom, 4 Dicembre 2022
HomeCongressi ed eventi"Credete in voi stessi, l’Università di Catania è pronta ad accogliervi"

“Credete in voi stessi, l’Università di Catania è pronta ad accogliervi”

Il messaggio di auguri del rettore Francesco Priolo ai quasi 2.700 candidati al test di Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi dentaria

«Oggi è una tappa importante del vostro percorso formativo, vi siete impegnati tantissimo per coronare il vostro sogno, quello di indossare il camice bianco, e mi auguro che possiate farcela. Purtroppo abbiamo 400 posti disponibili a Catania, un numero piuttosto basso rispetto alle richieste in costante aumento dei candidati, siete quasi 2.700, e al bisogno di medici in campo nazionale. In bocca al lupo, concentrati e credete in voi stessi. L’Università di Catania è pronta ad accogliervi».

Sono le parole che il rettore Francesco Priolo ha rivolto stamattina ai 2675 candidati che si sono presentati alle prove di ammissione ai corsi di studio a numero programmato nazionale in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi dentaria nelle diverse sedi universitarie (Torre Biologica, Cittadella universitaria e poli didattici “Gravina” e “Virlinzi”).

Insieme con il direttore generale dell’Ateneo Giovanni La Via, il dirigente dell’Area didattica Giuseppe Caruso e il presidente della “Scuola di Medicina” Pietro Castellino, il rettore ha verificato le procedure di accesso dei candidati alle sedi del test, ringraziando i docenti e il personale impegnati nella complessa gestione delle prove a numero programmato nazionale.

Già due ore prima dell’inizio della prova – 100 minuti a disposizione per rispondere a 60 quesiti a risposta multipla per conquistare uno dei 400 posti per Medicina e 25 per Odontoiatria – I candidati sono stati ordinatamente sistemati nelle varie aule senza particolari ritardi o imprevisti.

«Credo sia ingiusto dover rischiare il sogno di una vita in soli 100 minuti – ha aggiunto il rettore Francesco Priolo -. Per fortuna dal prossimo anno accademico il concorso nazionale potrebbe sostituito dai “Test online” che saranno ripetibili. I candidati potranno svolgere i test a partire dal penultimo anno della scuola secondaria superiore e per due volte l’anno, quindi maggiori opportunità rispetto alle modalità di concorso di oggi che non ammette purtroppo ulteriori possibilità. Anche quest’anno i docenti e il personale tecnico-amministrativo hanno accolto i candidati e assicurato loro le sedi migliori per poter affrontare questa prova nel modo migliore possibile».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere