Ven, 27 Maggio 2022
HomeSettore pubblicoIl percorso degli uomini con problemi di fertilità

Il percorso degli uomini con problemi di fertilità

Le linee guida italiane sono state pubblicate sulla rivista Journal of Endocrinological Investigation. I docenti Aldo Calogero e Sandro La Vignera dell’Università di Catania, gli Autori più citati tra le voci bibliografiche.

L’Università di Catania ha fornito un contributo rilevante alla stesura delle Linee guida Italiane sull’infertilità maschile. L’importante documento editoriale pubblicato sulla rivista “Journal of Endocrinological Investigation” – dal titolo “Management of male factor infertility: position statement from the Italian Society of Andrology and Sexual Medicine” – racchiude le principali raccomandazioni riguardanti il percorso diagnostico e terapeutico degli uomini con problemi di fertilità e, in particolar modo, ha evidenziato che i docenti di Endocrinologia Aldo E. Calogero e Sandro La Vignera dell’ateneo catanese sono gli autori più citati in assoluto tra i riferimenti bibliografici utilizzati per la stesura delle linee guida.

Elaborato da un panel di esperti, il documento rappresenta il risultato delle migliori evidenze scientifiche presenti nella letteratura internazionale selezionate tramite il sistema GRADE (metodologia di riferimento per l’elaborazione di linee guida). Un sistema che consente di elaborare una serie di raccomandazioni di riferimento nella pratica clinica per tutti gli operatori del settore.

«Il documento appena prodotto, con l’endorsement della Società Italiana di Embriologia, racchiude la migliore selezione delle conoscenze presenti su questo argomento clinico, di grande rilevanza epidemiologica – spiegano i docenti dell’ateneo catanese -. Si stima infatti che in Italia il 20 % degli uomini, al momento della prima visita, possa mostrare l’alterazione di almeno uno dei parametri seminali convenzionali: densità, motilità e morfologia».

«Consideriamo questo riconoscimento editoriale un grande risultato che ripaga il nostro gruppo di lavoro, per il grande sforzo clinico e sperimentale prodotto in questo campo di ricerca e che la comunità accademica ci riconosce attraverso la selezione dei nostri studi, per la stesura delle raccomandazioni da estendere ai medici ed ai biologi che curano le coppie infertili – aggiunge il prof. Sandro La Vignera -. Tanta strada ancora da fare, ma oggi è cresciuta, grazie al lavoro degli scienziati, la consapevolezza della potenziale reversibilità del fattore maschile nell’ambito dell’infertilità di coppia, mediante opportuna terapia medica, chirurgica o il ricorso ad appropriate risorse biotecnologiche per la soluzione del problema».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere