Gio, 30 Giugno 2022
HomeSettore pubblicoUfficio sorveglianza Covid: cosa chiedono gli utenti?

Ufficio sorveglianza Covid: cosa chiedono gli utenti?

Alcuni esempi delle richieste più frequenti che arrivano all'ufficio di sorveglianza covid e le dichiarazioni del commissario Pino Liberti

“Vorrei prenotare la somministrazione del vaccino”. “E’ possibile cambiare data per il tampone di fine isolamento?”. “Quali sono gli orari dei drive in per i tamponi rapidi?”. Sono queste alcune delle domande rivolte agli addetti dell’ufficio sorveglianza covid attraverso il numero verde 800 77 53 75.

Alcuni utenti si spingono oltre e chiedono anche consigli sull’uso del saturimetro e sui farmaci da usare, ma in questo caso si suggerisce di mettersi in contatto con il proprio medico. Poi non mancano i quesiti sul green pass e su come comportarsi con un familiare positivo. Il numero verde, attivo 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20, resta un punto di riferimento importante. Un supporto per quanti devono chiarire dubbi su isolamento domiciliare, provvedimenti di guarigione o completamento del ciclo vaccinale.

“Il servizio – spiega il commissario emergenza covid, Pino Liberti – è svolto in modo impeccabile. Peraltro, nelle ultime settimane a rispondere vi sono anche alcuni medici e psicologi. La loro presenza rientra nell’ambito della ricollocazione del personale in seguito alla chiusura degli hub. Il flusso di telefonate testimonia che il covid, seppur in maniera ridotta, continua a circolare. Quasi ogni giorno riceviamo telefonate di persone che hanno fatto il tampone in modo autonomo e che hanno la necessità di segnalare la loro positività. Si tratta principalmente di dipendenti pubblici e privati. Ma a fronte di quanti si autodenunciano, ve ne sono tanti, purtroppo, che non lo fanno più. Noi, comunque, restiamo vigili”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere