Dom, 29 Maggio 2022
HomeCongressi ed eventiGestione trauma d'interesse chirurgico, il I Congresso nazionale

Gestione trauma d’interesse chirurgico, il I Congresso nazionale

La gestione del trauma di interesse chirurgico all’interno di un blocco operatorio multidisciplinare sarà al centro del Primo congresso nazionale, in programma a Caltanissetta il 27 e 28 aprile 2022.

Si tratta di un evento di rilevanza nazionale, sostenuto dal Cefpas e con il patrocinio del Comune di Caltanissetta. Obiettivo quello non solo quello di stabilire linee guida e procedure standard che permettano la gestione del trauma nel modo migliore, sia per l’equipe in sala operatoria che per il paziente, ma anche quello di focalizzare l’attenzione sulla necessità del lavoro di squadra.

Per questa ragione, ampio spazio sarà assegnato a chirurghi provenienti da tutto il Paese, infermieri e Oss.

“Un congresso di alta valenza scientifica garantita dalla qualità dei relatori che sono stati invitati. La gestione del trauma è uno dei problemi principali della Sanità e Caltanissetta che, essendo Dipartimento Emergenza e Accettazione (Dea) di secondo livello, rappresenta un punto di incontro di tutte le specialità. L’evento sarà una grande occasione, non solo evento scientifico e formativo, ma vere e proprie istruzioni per l’uso”. Così dichiara il dottor Giovanni Ciaccio, direttore del reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e uno dei presidenti del congresso.

Il trauma team al centro

Le best practice applicate in tutta Italia, dunque, saranno al centro della due giorni di lavori e approfondimento che darà ampio spazio a chi collabora fattivamente alla gestione delle emergenze chirurgiche contribuendo alla riuscita dell’operazione.

“Metteremo a confronto non solo le realtà mediche rappresentate dai migliori chirurghi d’Italia sul trauma, ma anche quella che è la squadra che costituisce il trauma team, costituita da infermieri, Oss e medici chirurghi e anestesisti. Vedremo le più importanti sigle dello scenario chirurgico d’Italia, tra cui Aico, Acoi e Sicut, che si confronteranno per poter garantire le “istruzioni per l’uso” di fronte al trauma”. A sottolinearlo è il dottor Giovanni Di Lorenzo, direttore del Blocco Operatorio di Caltanissetta.

Le due sessioni del Congresso

Il Congresso si articolerà in due sessioni. La prima è dedicata alla complessa e completa attività infermieristica, la seconda alla gestione del trauma dal punto di vista chirurgico.

“Non mancheranno le sorprese – continua Di Lorenzo -. Avremo interventi non solo di chirurghi ma anche un racconto del fotografo internazionale Valter Leonardi ed emergerà anche la Sicilia con la degustazione di prodotti tipici”.

L’evento sarà ospitato all’interno del Cefpas, ente regionale dedicato alla formazione sanitaria, diretto da Roberto Sanfilippo. “Abbiamo l’onore di ospitare questo congresso il cui merito va alle professionalità del territorio, il dottore Ciaccio e il dottore Di Lorenzo, esempio di quanto la Sicilia abbia da offrire e che sono stati capaci di attrarre a Caltanissetta questo evento”. Così commenta Sanfilippo.

Il congresso farà di Caltanissetta il centro del mondo sanitario per due giorni. “Fa piacere stare al centro del dibattito sulla Sanità e sul politrauma. Per noi è importante che le eccellenze del territorio vengano valorizzate e si mettano a disposizione di tutta Italia. Questo evento inoltre, riuscirà a evidenziare i servizi offerti dalla sanità nissena, che sta al centro dell’Isola ed è punto di riferimento per tutta la Sicilia centrale. Così come il nostro ospedale Sant’Elia, che deve restare Dea di secondo livello”. Questo il commento del sindaco Gambino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere