Gio, 30 Giugno 2022
HomeCongressi ed eventiInfortuni sul lavoro sempre più frequenti: medici a confronto

Infortuni sul lavoro sempre più frequenti: medici a confronto

Sono sempre più frequenti gli infortuni sul lavoro. Un aumento significativo di casi nel primo trimestre del 2022 rispetto all’anno scorso, ha indotto gli esperti in materia di salute e sicurezza sul lavoro, insieme agli specialisti in ortopedia, a confrontarsi per affrontare al meglio emergenze e criticità. Se ne discuterà al congresso “Traumatologia sul lavoro: una realtà complessa”, si svolgerà a Palermo, venerdì 10 e sabato 11 giugno, nelle sale dello Splendid Hotel La Torre.

L’incontro, a cui parteciperanno quasi cento relatori nazionali e internazionali, si svilupperà attraverso un programma articolato in otto differenti sessioni, che analizzeranno il fenomeno della traumatologia e degli infortuni sul lavoro da differenti prospettive. Sinteticamente saranno analizzate le attività più a rischio, prendendo in considerazione differenti ambiti lavorativi quali l’agricoltura, l’edilizia, fino agli infortuni negli sportivi professionisti.

Da un punto di vista clinico-chirurgico, verranno analizzati i trattamento dei traumi nelle principali sedi anatomiche coinvolte negli infortuni, quali ad esempio quelli del bacino, degli arti inferiori e superiori, fino ai più gravi e complessi politraumi, ovvero gli eventi traumatici che interessano più distretti anatomici contemporaneamente. Verranno infine trattati gli aspetti medico-legali, e quelli relativi alla riabilitazione e al reinserimento lavorativo.

Ideatori del convegno sono: Massimiliano Mosca, direttore dell’Unità operativa complessa di Ortopedia dell’azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello di Palermo; Ferdinando Granata, direttore dell’Unità operativa complessa di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo e del Civico di Partinico; Emanuele Cannizzaro, professore associato di Medicina del Lavoro all’Università degli Studi di Palermo.

“Analizzando i dati dell’Inail ci siamo resi conto come le denunce di infortuni sul lavoro siano aumentate esponenzialmente – spiega Massimiliano Mosca – nel primo trimestre 2022 si è avuto a livello nazionale un incremento del 53,1 per cento di casi rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ma quello che ci ha fatto riflettere è che nella maggior parte di questi infortuni, vi è un interessamento dell’apparato muscolo-scheletrico”.

“Da qui nasce l’idea di organizzare un convegno – aggiunge Ferdinando Granata – per evidenziare l’importanza di un intervento multidisciplinare nel trattamento di questi pazienti. Dai medici del lavoro agli ingegneri della sicurezza, dai clinici del pronto soccorso agli anestesisti, dai neurochirurghi ai chirurghi d’urgenza, ma soprattutto agli ortopedici, poiché circa la metà dei pazienti con gravi infortuni lavorativi che arrivano al pronto soccorso, presentano fratture che coinvolgono gli arti superiori, inferiori e il bacino”.

“Alla luce di tutto questo, – conclude Emanuele Cannizzaro – l’obiettivo del congresso è uno scambio di esperienze, con il duplice scopo di prevenire quanto più possibile gli infortuni in ambito lavorativo, e confrontarsi sulle tecniche chirurgiche più collaudate e sulle soluzioni innovative; così da ampliare l’orizzonte delle conoscenze, sia per la prevenzione e sicurezza in ambito lavorativo che per il trattamento più corretto ed efficace dei traumi e politraumi”.

Provider e segreteria organizzativa del congresso a cura di Biba Group. CLICCA QUI per scaricare il programma dell’evento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Categorie

Da non perdere